Comune di Torre di Mosto

Carta di identita' elettronica (C.I.E.)



È il documento, munito di fotografia, che attesta l'identità della persona.
 
La carta di identità può essere richiesta dai cittadini italiani, comunitari e stranieri che hanno la propria residenza nel Comune di Torre di Mosto, rivolgendosi all'Ufficio Servizi Demografici.
 
Nel caso di cittadino residente in altro Comune il rilascio è condizionato dall'invio del nulla osta da parte del Comune di residenza.

La persona intestataria della carta di identità, sia maggiorenne che minorenne, deve essere obbligatoriamente presente al momento della richiesta di rilascio o rinnovo.

La carta d'identità può essere rinnovata a partire da 180 giorni prima della sua scadenza.

La Carta d’Identità Elettronica (C.I.E.) è un documento di riconoscimento che consente di identificare il titolare tanto sul territorio nazionale, quanto all'estero.
Il documento potrà essere utilizzato anche per accedere ai servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni al momento in fase di attivazione (ad esempio: i pagamenti elettronici di multe, bollette, bolli auto, ticket sanitari).
Realizzata in materiale plastico (policarbonato), ha le dimensioni di una carta di credito ed è dotata di sofisticati elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, ecc.) e di un microchip a radio frequenza che memorizza i dati del titolare. La foto in bianco e nero è stampata al laser per garantire una elevata resistenza alla contraffazione.

Costo della carta di identità elettronica: € 22,21

Tempi di consegna:

Vantaggi della Carta d'identità elettronica:
  • documento sicuro da ogni falsificazione, con caratteristiche tecniche conformi agli standard internazionali di sicurezza;
  • riporta il codice fiscale;
  • facoltà (in fase di richiesta o rinnovo) per il cittadino maggiorenne di esprimere il consenso o il diniego o la non espressione di volontà rispetto alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte (approfondimento in merito alla espressione di volontà rispetto alla donazione di organi e/o tessuti);
  • dotata di un chip a radiofrequenza (RF) con memorizzate le informazioni del documento ed i dati del titolare, tra cui i dati biometrici: foto, impronte digitali e firma;
  • possibilità di accesso ai servizi online di prossima attivazione della Pubblica Amministrazione ed anche di soggetti privati, sia con basso livello di sicurezza (es.: timbrature presenza, accesso ai mezzi di trasporto pubblico, check-in ad un hotel, ecc.) sia con livello medio/alto di sicurezza (es.: autenticazione forte in rete o accesso a varchi ad alto livello di sicurezza, mediante utilizzo del certificato digitale di autenticazione e della relativa chiave privata previa verifica del PIN utente, ecc.).


Rilascio a richiedente maggiorenne
In conformità al Decreto Legge n. 112 del 25 giugno 2008, a partire da tale data la carta di identità rilasciata a persone maggiorenni ha validità 10 anni.

COSA SERVE:
 
In caso di furto o smarrimento della carta di identità precedente, presentarsi anche con la seguente documentazione:
 
Per i soli cittadini italiani, se si vuole che il documento abbia equipollenza al passaporto per espatriare nei paesi dell'Area Schengen, occorre, al momento del rilascio, sottoscrivere l’apposita dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative previste per il rilascio del passaporto.

 
Carta di identità per minorenni
In conformità al Decreto Legge n. 70 del 13 maggio 2011, è soppresso il limite minimo di età per il rilascio della carta di identità, precedentemente fissato in anni quindici, ed è stabilita una validità temporale di tale documento, diversa a seconda dell'età del minore, in analogia con la durata del passaporto:
COSA SERVE:

Per la tutela dei minori, i genitori separati legalmente, divorziati, vedovi, celibi o nubili, che hanno figli minori, hanno l'obbligo di munirsi dell'autorizzazione del Giudice Tutelare.
Tale documentazione è necessaria anche quando, nella sentenza di separazione legale o di divorzio, vi è espressamente indicato che i coniugi si danno il reciproco assenso all'espatrio.
Per i soli minori italiani, se si vuole che il documento abbia equipollenza al passaporto per espatriare nei paesi dell'Area Schengen, occorre, al momento del rilascio, la sottoscrizione, da parte di chi esercita la patria potestà, dell’apposita dichiarazione che il minore non si trova in alcuna delle condizioni ostative previste per il rilascio del passaporto e il relativo assenso all’espatrio.
La dichiarazione deve essere sottoscritta da entrambi i genitori, nel caso di rifiuto all’assenso da parte di un genitore è possibile supplire a ciò mediante l’autorizzazione del Giudice Tutelare.

 
Variazione di residenza o di domicilio:
la variazione dell'indirizzo di residenza o di domicilio, durante il periodo di validità della carta d'identità, non comporta né l'aggiornamento dell'indirizzo indicato sulla carta d'identità né un nuovo rilascio del documento: infatti, come stabilito dal Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) la carta di identità è un documento per l'identificazione personale e variazioni di informazioni quali "residenza, professione e stato civile" non comportano il rinnovo del documento, come rammentato dal Ministero dell'Interno con la Circolare MIACEL n. 24 del 31 dicembre 1992.
 
Stranieri extracomunitari:
occorre presentare permesso di soggiorno e passaporto (o foglio di viaggio).
 
Stranieri comunitari:
presentare un documento personale del proprio Paese e aver richiesto e ottenuto l'attestato di soggiorno.
 
 
Allegati
Prescrizioni dettate dal Ministero dell'Interno relativamente alle foto per passaporto applicabili anche alla carta di identità

 
 

Per informazioni
Ufficio Servizi Demografici
Comune di Torre di Mosto
Sede Municipale, Piazza Indipendenza 1
Telefono: 0421/324440 – interno 3
E-mail: anagrafe@torredimosto.it